Come riprendersi da una rottura

La fine di una relazione non è mai un momento facile da gestire. Soprattutto se la tua storia è stata lunga diventa ancora più complicato rimettersi in piedi e abituarsi a una nuova vita senza la persona che amavi.

In questo articolo vediamo come riprendersi da una rottura: quali sono gli step da seguire per curare completamente le ferite, continuare con la propria vita e non perdere fiducia nell’amore.

Come riprendersi da una rottura - Love Revolution

Concentrati su te stesso

1) Distrarsi non è abbastanza

Dopo una rottura, la cosa più comune che si cerca di fare, e che amici e parenti consigliano, è quella di distrarsi.

Questa è considerata la soluzione migliore per riprendersi velocemente, per superare il dolore in fretta.

Tenere la mente occupata con attività diverse per non pensare a quanto si sta soffrendo: come impiego le mie giornate? con chi posso uscire per svagarmi e non sentirmi solo?

Tuttavia, penso che tu ti sia accorto del fatto che se anche riempi la tua giornata di impegni dalla mattina alla sera, non appena hai un momento libero, la tua mente corre immediatamente a ciò che stai vivendo e alla persona con cui hai chiuso la relazione.

E il dolore torna continuamente.

La distrazione da sola, non è la giusta soluzione per un cuore spezzato.

Quando è capitato a me di provare questo dolore e il senso di perdita, una delle cose che più mi ha aiutato a riprendermi è stato fare dei progressi in diversi aspetti della mia vita.

Voglio mettere infatti l’accento sulla distinzione che c’è tra il fare qualcosa per distrarsi e investire in qualcosa.

La distrazione è temporanea, e solitamente non impegnativa: decidiamo di uscire con gli amici, di dormire con altre persone per dimenticare l’ex, decidiamo di fare un hobby per riempire il nostro tempo. Insomma, ci buttiamo a fare qualcosa guidati dal desiderio di lenire il dolore.

E quello che si ottiene è un sollievo momentaneo. Ci sentiamo bene per qualche ora, una volta ogni tanto, ma queste attività non ci aiutano a superare la rottura e a riprenderci dal totalmente. Ci fanno sopravvivere.

Al contrario, investire in qualche aspetto della tua vita per ottenere un risultato, fare dei progressi, è ciò che davvero ti aiuterà a rimetterti in piedi.

Quando decidiamo di investire il nostro tempo e il nostro impegno con l’obiettivo di ottenere qualcosa, ci sentiamo carichi ed entusiasti. Diamo una direzione e un senso alla nostra vita e diventiamo più sicuri di noi stessi, perché sappiamo che stiamo realizzando qualcosa di bello e grande e che nessuno può interferire.

È una cosa solo nostra.

Sentiamo che stiamo dedicando le nostre energie a qualcosa di importante, qualcosa che porterà un beneficio nella nostra vita.

Quindi, il primo consiglio che ti do è quello di non cercare una distrazione, cerca invece di coltivare un tuo progetto personale e portarlo avanti.

Non si tratta di investire ossessivamente in un progetto per estraniarsi dal dolore. Al contrario, metti il tuo focus su qualcosa che ti rende felice in modo che questo possa farti sentire di nuovo vivo.

E se ti sentirai vivo, sentirai di avere ancora molte possibilità, molte cose da dare, e questo si rifletterà nella tua vita sentimentale.

Non curi il tuo cuore spezzato cercando di sfuggire al dolore, andando in vacanza, uscendo con tante persone per svagarti, o occupando tutto il tuo tempo in cose futili. Lo curi vedendo che la tua vita procede, che le tue possibilità non sono finite anche se si è chiuso qualcosa di importante.

Trova qualcosa che è importante per te e che ti rende felice, prova a concentrarti su quella cosa, anche solo per un’ora, fai dei progetti su come vorresti migliorare e su cosa vorresti ottenere.

Non pensare che debba essere un progetto enorme, non tutti devono avere grandi passioni o grandi obiettivi che vogliono realizzare. Inizia dalle cose più piccole, dai piccoli traguardi che vorresti raggiungere e che avrebbero un impatto sulla tua vita, anche minimo.

Noterai come quest’attività ti fa sentire: il dolore non sparirà subito e non ti sentirai bene nell’immediato. Ma questa cosa ti darà un senso di soddisfazione, sicurezza e realizzazione che ridurranno il tuo malessere, e ti faranno vedere una prospettiva diversa della tua rottura.

La prospettiva che esistano ancora moltissime possibilità per te di essere felice.

So che in questo momento investire in qualcosa ti sembra impegnativo e difficile, ma fai uno sforzo anche solo per iniziare, per pensare a ciò che vorresti fare e migliorare, a un progetto che non hai mai iniziato.

Quando ti accorgerai del fatto che la vita va avanti e le possibilità di stare bene sono infinite, comincerai a sentirti meglio, acquisirai fiducia in te stesso e serenità.

Migliorare, crescere, fare progressi, ti rende emozionato ed entusiasta della vita. Che è proprio ciò che ti serve in questo momento, devi re-innamorarti della tua vita ed entusiasmarti per le cose che fai.

2) Supera la paura di stare solo

Per quanto, in questo momento, la compagnia di amici, famigliari, coloro che ti amano, sia assolutamente positiva, devi sapere che anche trascorrere del tempo solo con te stesso può darti sollievo.

La solitudine è vista dalla maggior parte delle persone come negativa e triste. Ma la realtà è che può rivelarsi una compagna ideale in tanti momenti.

Il tempo che segue una rottura può essere davvero importante per permetterti di conoscere meglio te stesso, di fare le cose che ti piacciono, di capire meglio di cosa hai bisogno nella tua vita sentimentale e di smettere di avere paura di stare da solo.

Stare con te stesso può essere per te l’opportunità di fare cose che prima non avevi tempo di fare, leggere libri che ti piacciono, visitare posti interessanti.

Non devi temere la tua stessa compagnia, la solitudine è una delle cose che più ci permette di crescere, di migliorare, di stare bene con noi stessi.

Una volta che stare da solo non ti spaventa più, sei anche in grado di scegliere con più lucidità la persona con cui vuoi condividere il tuo tempo. Perché sai che la sceglierai per le giuste ragioni, e non semplicemente per il fatto che vuoi smettere di sentirti solo.

Se l’essere solo ti mette a disagio, sai che allora è qualcosa che devi affrontare e con cui devi imparare a convivere. Quando non avrai più paura della solitudine, e non avverrà dal giorno alla notte, quello sarà il momento in cui sarai in pace con te stesso e pronto per condividere la tua vita con un’altra persona.

Non devi vergognarti di sentirti solo, devi accettare questa sfida e provare a superarla. Ci sono persone che non hanno mai avuto l’occasione di stare da sole e di provare veramente ad essere indipendenti.

Ma è fondamentale imparare a rimanere soli, è una delle cose che spaventa di più. Il fatto è che in un momento o in un altro tutti siamo soli, e per non farci prendere dallo sconforto, dalla disperazione, dal panico, dobbiamo sapere che possiamo contare su noi stessi, senza bisogno di nessuno.

Se senti che questo è un punto importante che ti riguarda ti invito a leggere anche come superare la solitudine.

Come comportarti dopo la rottura

3) Limita i contatti con il tuo ex

Una delle cose più difficili da fare è riprendersi da una rottura mentre sei costretto a vedere o a parlare con la persona con la quale la tua storia è finita.

Magari avete gli stessi amici, magari lavorate insieme, e per forza di cose, le vostre strade si incontrano continuamente. È come continuare a riaprire una ferita che fa male.

È anche vero che dopo la fine di una storia c’è sempre la tentazione di contattare la persona che hai amato: di sapere dov’è, cosa fa, con chi è. E questo contatto non aiuta comunque a superare il dolore, anzi.

Per questo, che tu sia costretto a vedere questa persona o che tu semplicemente non riesca a staccarti da lei, la cosa migliore che puoi fare è quella di limitare i contatti il più possibile.

Può essere una situazione temporanea, in modo che ti permetta di concentrarti solo su te stesso.

Non avere paura di offendere la persona dicendole che preferisci non sentirla o non vederla per un pò, e non preoccuparti se questa non capisce il tuo bisogno di spazio.

Ognuno gestisce il dolore a modo suo e tu devi fare quello che fa stare bene te, senza pensare a quello che vogliono gli altri in questo momento.

Limitare i contatti il più possibile può davvero consentirti di superare il dolore e andare oltre.

Non deve interessarti quello che fa l’altra persona, chi frequenta, con chi esce, dove va o se è già andata avanti con qualcun altro. Indagare sulla sua vita e pensare a tutte queste cose ti fa solo stare peggio e ti impedisce di concentrarti su di te e sulla tua guarigione.

Cerca di resistere all’impulso di metterti in contatto con lei, anche se ti manca, anche se vuoi solo parlarle, prova a “disintossicarti” da questa persona. Solo così potrai davvero distogliere la mente dalla vostra rottura e focalizzarti sui progressi che vuoi fare e sul tempo per te stesso.

4) Non cercare un sostituto

La fine di una relazione non rappresenta di certo la fine della tua vita sentimentale. Tuttavia, non cadere nella tentazione di cercare un’altra persona solo per alleviare il dolore che provi e la tua paura della solitudine.

Nella maggior parte dei casi, quando decidi di frequentare una nuova persona per dimenticare il tuo ex, ottieni l’effetto opposto.

Innanzitutto, uscire con una persona per superare la rottura può solo ricordarti quanto fosse bella e “non replicabile” la tua relazione passata. La conseguenza è che penserai ancora di più al tuo ex, alla vostra storia e a tutte le emozioni che provavi e che ora non hai più.

In secondo luogo, potresti diventare dipendente dalla persona che, dopo la rottura, si prende cura di te, di questo tuo nuovo “amore”. Il rapporto che creerai non sarà un rapporto sano e sincero, ma sarà basato sul bisogno: il bisogno di avere qualcuno accanto, di non sentirsi soli. E ogni relazione che affonda le radici nel bisogno e non nel sentimento è una relazione destinata a fallire e a farti soffrire.

In terzo luogo, lascia che ti dica che le persone ferite, feriscono sempre le altre. Se ti lanci in una relazione senza essere guarito completamente, porterai il dolore della tua storia precedente nel tuo nuovo rapporto. Ferirai la persona che sta con te e che, a differenza tua, è serena e convinta della vostra relazione.

Prima di vivere un amore, devi essere completamente guarito dal precedente, non puoi portare gli scheletri del passato in una storia nuova: altrimenti non farai altro che ferire la persona con cui stai e ferire te stesso.

Dopo la rottura non devi cercare qualcuno che ti salvi. Sei tu questa persona. Sei l’unico che può guarire te stesso.

5) Non sentirti in colpa

In questo momento, la cosa peggiore che puoi fare per te stesso è provare sensi di colpa pensando che il motivo della vostra rottura sia tu.

Dopo la fine della relazione, chi è stato lasciato si sente insicuro, impotente, rifiutato e ferito. L’autostima subisce un duro colpo.

Tuttavia, per nessun motivo dovrai pensare che la colpa di ciò che è successo sia tua: che tu non eri abbastanza, che tu hai commesso degli errori, che tu sei così e non vai bene, eccetera.

Nessuno di noi è perfetto. Ma questo non è il momento per evidenziare le cose che non apprezzi di te e che pensi abbiano causato la fine del tuo rapporto.

Per riprendersi da una rottura bisogna essere indulgenti con se stessi ed evitare di sentirsi in colpa per le cose che non sono andate bene.

Ci sono mille ragioni per cui una storia può finire, per questo non puoi permettere al rifiuto che provi in questo momento di farti sentire meno, di farti dubitare del tuo valore come persona.

Rimuginare, perdere fiducia in te stesso e arrabbiarti con te non ti aiuterà a superare il dolore. Ancora una volta, sii indulgente con te, concentrati sui tuoi bisogni e fai le cose che ti rendono felice.

Dopo una rottura sentiamo di avere l’autostima sotto i piedi, per questo motivo la cosa migliore da fare è concentrarsi su se stessi per recuperare la fiducia. È un momento in cui devi prenderti cura di te, devi essere tu il tuo alleato per guarire e stare bene.

Superare una rottura è una delle cose più difficili da fare, non aspettarti di stare bene dal giorno alla notte. Porta pazienza e metti in pratica tutti i consigli che hai trovato in questo articolo, ti daranno beneficio e ti permetteranno di superare la rottura e diventare più forte.

Continua a leggere anche come superare una rottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button