Come amare se stessi: 7 semplici step per imparare ad amarsi

La frase “devi amarti di più” è sempre sulla bocca di tutti, e probabilmente è una delle più frequenti che tu rivolgi a te stesso.

Ma cosa vuol dire amare se stessi? E soprattutto come si fa ad amare se stessi?

Sembra tanto facile dirlo ma quando si tratta di cominciare veramente a trattarsi nel modo giusto, nessuno sa da che parte iniziare. In questo articolo ti parlo di 7 semplici step per amare se stessi.

Come amare se stessi - Love Revolution

Cominciamo così. C’è una prima e importantissima cosa che devi capire e ricordare durante tutto il percorso per arrivare ad amare te stesso. Ovvero che tu sei la persona più importante del tuo intero universo.

La tua vita si basa sulla tua percezione delle cose: i tuoi pensieri, il tuo modo di reagire agli eventi che ti capitano, le tue relazioni con gli altri, le tue azioni, le tue parole.

Puoi pensare di essere solo una persona in un mondo pieno di gente, un piccolo granello che forma l’universo. Ma quando parliamo della realtà che vivi, tu sei l’unica cosa che conta.

E dato che è così, la tua realtà dipende dalla relazione che hai con te stesso, da quanto ti ami e da come tu ti prendi cura di te.

Questo definisce la tua vita intera. Meno ami te stesso, meno ti ascolti e ti comprendi, più la tua vita sarà confusa, deludente e frustrante.

Quando invece cominci ad amare te stesso e continui a farlo per tutta la vita, tutto ciò che vedi, quello che fai e le persone con cui ti relazioni iniziano a diventare sempre più belle. La qualità della tua vita migliora e tutto diventa possibile.

Quindi, amare te stesso è la cosa più importante per “aggiustare” tutto il resto, ogni aspetto della tua vita. Dalla tua salute, al lavoro e alle relazioni.

Amare te stesso, infatti, porta tantissimi benefici nella tua vita, ti fa sentire più sicuro di te e ti fa cogliere maggiori opportunità:

  • ti permette di avere una relazione migliore con un partner che ti ama e ti rispetta: ti sei mai trovato intrappolato in un rapporto infelice? hai mai pensato di meritare di meglio? amare te stesso ti consente di darti il giusto valore;
  • migliora il tuo rapporto con il lavoro facendoti credere in te stesso e nel tuo potenziale: hai mai pensato di chiedere un aumento? di lasciare il lavoro perché vieni solo sfruttato? amare te stesso ti aiuta a prendere le giuste decisioni;
  • ti permette di realizzare un sogno che non hai mai creduto di poter realizzare: hai mai pensato di non essere abbastanza? di non essere all’altezza? amare te stesso ti da il coraggio di agire;
  • migliora la considerazione e il rispetto che gli altri hanno di te: ti sei mai sentito la pecora nera della situazione? la ruota di scorta? quello che non veniva mai preso in considerazione? amare te stesso ti aiuta a fidarti delle persone giuste.

Se ti sei riconosciuto in almeno una di queste situazioni ora sai che amando te stesso potrai migliorare quell’aspetto della tua vita e smettere di sentirti frustrato.

Amare se stessi è qualcosa che richiede tempo e un esercizio costante. Avrai giorni in cui sarai tentato di rimproverarti, giorni in cui sarai arrabbiato con te stesso o non ti sentirai “giusto”. È normale e l’importante è non permettere che questi sentimenti prendano il sopravvento e condizionino l’amore che provi per te.

Metti in pratica questi step proposti, ogni volta che avrai bisogno di amarti di più.

I 7 step per imparare ad amare se stessi

1) Cura la tua alimentazione e fai esercizio fisico

Il primo step per amarti è quello di trattare bene il tuo corpo e preservare la tua energia.

Se invitassi a cena una persona a cui tieni, cosa le daresti da mangiare? Di certo non cibo spazzatura. Bene, questo deve valere anche per te.

Il cibo che assumi è il tuo carburante.

Se mangi costantemente cibo spazzatura, non è un mistero che ti sentirai tu stesso un sacco di rifiuti.

Goditi il cibo, quello giusto, e concediti di “sgarrare” ogni tanto. Trova il giusto equilibrio.

Curare la tua alimentazione non vuol dire solo che devi mangiare cose salutari, vuol dire anche che devi dare il giusto valore al momento del pasto.

Con questa vita frenetica fatta di lavoro, impegni, spesa, figli o quanto altro, il pasto diventa sempre più trascurato e si traduce in un “boccone al volo”.

Amare se stessi vuol dire prendersi cura di sé e dedicare il tempo alle cose più importanti che ci fanno stare bene, e il cibo è al primo posto. Mangia sano, bevi molta acqua, mangia frutta e verdura, e fai dei pasti completi.

Lo stesso discorso si applica all’esercizio fisico. Muoversi aiuta il tuo corpo ad avere più energia. Se stai seduto dalla mattina alla sera sul divano o davanti al computer, la tua forza creativa, emotiva e sessuale rimarrà intrappolata nel tuo corpo.

Una vita sedentaria conduce a tristezza e ad attacchi d’ansia.

Quindi, includi nella tua routine settimanale o quotidiana l’esercizio fisico. Fai uno sport, vai in palestra, fai esercizio a casa; trova un modo per muoverti che ti faccia sentire bene con te stesso e rendilo una priorità.

2) Elimina le cose tossiche dalla tua vita

Così come il tuo corpo soffre l’assunzione di cibo spazzatura e la mancanza di movimento, anche la tua mente e il tuo umore risentono della presenza di cose tossiche.

Tra queste ci sono:

  • le notizie di attualità: è corretto rimanere informati ed essere a conoscenza degli avvenimenti più importanti nel mondo. Tuttavia, si sa che le notizie al telegiornale, sui quotidiani ecc., sono per lo più una scarica di negatività, ansia e paura inutile. Avrebbe senso conoscere ogni singolo brutto evento nel mondo se avessi il potere di fare qualcosa per cambiarlo, ma siccome non ce l’hai, come non ce l’ho io, smettila di nutrire il tuo cervello di cose tristi. Prova invece a leggere un libro, guardare qualcosa di divertente, leggere il blog di Love Revolution;
  • i programmi spazzatura: i peggiori modelli ed esempi di vita li trovi nei reality show e in tutti quei programmi spazzatura. Guardare costantemente quelle cose, oltre che essere una perdita di tempo, ti mette sotto gli occhi esempi che NON devi seguire: persone che si lamentano, giudicano, parlano male gli uni degli altri, volgarità, aggressività, eccetera. Niente di tutto questo arricchisce la tua vita.
  • le persone negative: hai mai sentito che trascorrere il tempo con certe persone ti faceva più male che bene? che i loro discorsi erano così negativi da contagiarti? Ecco quelle sono le persone da cui ti devi allontanare. Evita di stare appresso a persone negative. E non sottovalutare l’influenza dei social su di te: aprire la home di Facebook e leggere post di gente rabbiosa o frustrata può solo farti stare peggio.

Quindi, ricorda di non ammorbare ne il tuo corpo, ne la tua mente e di nutrirti di cose positive, che portano un valore alla tua vita.

3) Fai pace con te stesso

Tanti scambiano l’amare se stessi con l’essere sempre positivi e ottimisti. Ma essere positivi non vuol dire ignorare i propri lati oscuri, i momenti di tristezza, di rabbia o di dolore. Non puoi fare finta che sia tutto ok quando tu non lo sei.

Con questo non voglio dire che tu debba lasciarti affondare dal dolore e dalle emozioni spiacevoli. Semplicemente, permetti a te stesso di sentire quello che senti e di essere onesto con chi sei veramente. Fai pace con te stesso, con il tuo passato, gli errori che hai commesso, ogni cosa di cui non vai fiero.

Accetta il fatto che a volte hai dei sentimenti negativi, come l’invidia, il disgusto, la gelosia, la rabbia. Non farti mangiare da queste emozioni e non pensare di essere una brutta persona perché le provi.

Impara ad accoglierle in silenzio, senza giudicarti e criticarti. Quel sentimento spiacevole passerà.

Fare pace con te stesso significa anche che devi lasciare andare il senso di colpa. Nessuno è perfetto. Il senso del dovere, credere di sapere esattamente chi sei, dove vuoi andare o cosa è meglio per te, non fanno altro che accrescere la tua insicurezza e la tua ansia di essere una persona diversa, migliore, rispetto a quella che sei.

Lascia andare questi pensieri distruttivi e concentrati sul ripetere a te stesso che stai facendo del tuo meglio e che ogni cosa andrà al suo posto.

4) Fissa degli obiettivi e raggiungili

Una delle cose che più ti impedisce di amare te stesso e ti rende insoddisfatto è non avere uno scopo, un obiettivo per cui lottare.

Non mi riferisco necessariamente ad un obiettivo enorme come la pace nel mondo. Fissa uno o più obiettivi che vorresti raggiungere in un breve periodo ed elabora un piano di azione per raggiungerlo/i.

Avere qualcosa per cui ti stai impegnando e stai lavorando con costanza ti fa sentire realizzato e ti permette di accrescere la stima verso te stesso.

Ad esempio, potresti decidere di imparare una lingua che hai sempre voluto conoscere. Fai un piano di lavoro che prevede un certo numero di ore di lavoro giornaliere o settimanali ed entra in azione, dandoti una data di scadenza.

Vedere i tuoi progressi ti farà sentire soddisfatto e farà crescere l’amore per te stesso.

5) Trascorri del tempo da solo con te

Che tu sia single, in un rapporto o sposato, uno dei modi migliori con cui puoi coltivare una relazione d’amore con te stesso è quello di trascorrere del tempo da solo.

Tutti beneficiano di un pò di tempo di qualità con se stessi.

Puoi decidere di trascorrere questo tempo come preferisci: puoi andare a fare colazione in un bar, andare in un parco a leggere o fare altro, puoi dedicarti ad un hobby che ti appassiona, puoi andare al cinema o fare una lunga passeggiata.

Qualsiasi cosa ti piaccia fare, falla. Ti stupirai del senso di completezza e piacere che proverai quando ti dedicherai del tempo con te stesso.

Se la solitudine ti spaventa e temi la tua stessa compagnia, ti invito a leggere il mio articolo su come affrontare la solitudine: potrai trovare le strategie migliori per imparare a stare con te stesso senza angoscia e paura.

6) Coltiva le relazioni importanti

Trascorrere il tempo con le persone che ti fanno stare bene non solo è piacevole e rilassante, ma l’amore, le attenzioni e il tempo che dedichi agli altri nutre anche l’amore che provi per te.

Ama e dai affetto ai tuoi amici, ai familiari, al tuo partner e vedrai che anche l’amore per te stesso crescerà: è il risultato dell’essere un buon amico, fratello/sorella, fidanzato/a per tutti quelli che hanno dimostrato di meritare il tuo tempo.

Trattare le tue persone preferite con amore e gentilezza ti fa sentire bene, perché segnali a te stesso che ti preoccupi per quelli che ami, tieni a loro e ti impegni per renderli felici.

7) Riconosci i tuoi meriti

Una cosa che ti permetterà di amare te stesso è quella di modificare la tua mentalità da “Sono sempre indietro con le cose da fare/Dovrei fare di più” a “Ho fatto tanto e va sempre meglio”.

Il modo migliore per amare se stessi è quello di riconoscere i propri meriti ed essere felici delle tante cose che già abbiamo realizzato.

Potresti:

  • appuntarti su un quaderno o un block notes, tutte le cose positive che hai portato a termine in una determinata giornata (non importa quanto siano grandi o piccole queste azioni);
  • scrivere una lista dei progressi che hai fatto per raggiungere un obiettivo, o che vanno a migliorare una specifica area della tua vita. Per esempio, potresti elencare le azioni che hai fatto per migliorare la tua salute, la tua relazione, la tua carriera, il tuo fisico.

In questo modo, vedrai nero su bianco tutte le cose buone che sei riuscito a fare in un giorno, in una settimana, in un mese. Sentirai di aver fatto dei passi avanti, anche se magari non te ne sei reso conto nel momento in cui li hai fatti.

Puoi anche tenere traccia di queste cose su un foglio Word, nelle note del tuo telefono, l’importante è che tu abbia davanti agli occhi i tuoi miglioramenti.

Ama te stesso in modo semplice

Per amare te stesso, comincia col mettere in atto uno step che preferisci e che ti risulta più semplice. O se invece ti va di sfidare te stesso e senti di avere qualcosa in particolare su cui lavorare, inizia da quello.

Abbi pazienza e non avere fretta, concentrati sul modificare e includere nella tua routine solo una strategia alla volta e quando sentirai che questa è diventata una solida abitudine, puoi cominciare a lavorare su una nuova.

Ricorda che amare se stessi è un percorso che dura tutta la vita, con il tempo diventa sempre più facile, ma non si smette mai di ricordare a noi stessi quanto valiamo.

La vita è fatta di alti e bassi e ogni volta che affrontiamo qualcosa che ci butta giù, abbiamo bisogno di fare esercizio per risollevarci, prendere la giusta carica e continuare ad amarci nel modo giusto.

Per approfondire questo tema, ti invito a leggere anche il mio articolo su come aumentare la fiducia in se stessi e avere una maggiore autostima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button