Bassa autostima in amore: come influenza la tua relazione e cosa fare per aumentarla

Immagino che tu sia qui perché credi di avere una bassa autostima e che questa si rifletta nelle tue relazioni con gli altri, in particolare quelle sentimentali.

La bassa autostima in amore è qualcosa di più comune di quanto pensi. Osserva insieme a me in che modo una scarsa autostima è capace di danneggiare il tuo rapporto e capiamo come puoi migliorarla.

La bassa autostima ha un grande effetto sulle relazioni interpersonali: è causa di litigi, gelosie, insicurezze, sentimenti negativi verso se stessi e il partner.

In questo articolo ti mostrerò come la bassa autostima in amore è in grado di condizionare i tuoi rapporti. In particolare, ti elencherò i modi più comuni in cui la mancanza di autostima si manifesta e danneggia la relazione.

Successivamente, ti darò i consigli utili per dare una spinta alla tua autostima!

INDICE

Bassa autostima

La mancanza di autostima non solo ha un impatto negativo di te, ma influenza negativamente anche la persona che ti sta accanto.

Tutti abbiamo dei momenti di sconforto in cui crediamo di non essere all’altezza della situazione o di una persona.

Perdere il lavoro, essere scaricati dalla persona che amiamo, essere fuori forma, tanti fattori possono incidere sulla nostra autostima e ci portano ad essere duri con noi stessi: “Non sono stato abbastanza bravo”, “Ho commesso di nuovo lo stesso errore”, “Non migliorerò mai”.

Tuttavia, se senti che la tua mancanza di autostima è una cosa cronica che sta condizionando la tua vita e i tuoi rapporti da molto tempo, allora è giusto che tu prenda in mano la situazione per cambiarla.

La tua insicurezza non solo ti farà soffrire, ti impedirà anche di vivere relazioni felici.

Voglio farti vedere in che modo una bassa autostima in amore impedisce di vivere il rapporto in modo sano e sereno.

Di seguito troverai elencati una lista dei comportamenti più comuni di una persona insicura nella relazione. Prova a leggerli e vedere se ti riconosci in qualcuno di questi.

8 modi in cui la tua bassa autostima influenza il tuo rapporto

La tua bassa autostima può mettere in difficoltà e addirittura sabotare una bella relazione, oppure può farti accontentare di un partner che non ti da quello che desideri e non ti da il giusto rispetto.

Ecco i comportamenti più comuni causati dalla bassa autostima in amore, ti riconosci in qualcuno di questi?

Se hai una bassa autostima in amore…

1) Non vuoi un partner, cerchi un salvatore

Ti capita spesso di sentirti miserabile e di fantasticare sul fatto che un giorno un eroe o un’eroina (il tuo partner) ti salvi dalla tua condizione e sistemi tutte le cose che non funzionano nella tua vita.

Da bambino potresti aver vissuto delle situazioni infelici, in cui ti sei sentito poco accudito da parte dei tuoi genitori oppure non ti sei sentito amato. Come conseguenza, cerchi protezione e sicurezza nel rapporto con il partner.

Cerchi un angelo che possa rendere tutto migliore, e compensare ogni situazione negativa che hai vissuto in passato.

La verità è che il partner non può fare tutto questo. Sicuramente lui/lei potrà essere una persona su cui contare nei momenti di bisogno, con cui condividere gioie e dolori, una persona che ti farà sentire amato.

Ma, se cerchi un salvatore, metterai troppa pressione al tuo rapporto e alla persona che ti sta accanto e questo farà crollare la relazione.

La tua felicità non deve dipendere da un’altra persona. Devi essere in grado di stare in piedi con le tue gambe.

2) Il dubbio è il tuo migliore amico

“Come può amarmi per davvero?”
“Dice che gli piaccio ma credo stia mentendo”
“Mi trova davvero attraente come dice?”

Quando la tua autostima è sotto i piedi è difficile convincersi di essere veramente amato dalla tua persona. O anche solo di piacere a qualcuno.

Per questo motivo, metti alla prova il tuo partner ogni volta che è possibile, in modo che ti dimostri veramente il suo sentimento verso di te.

Alla lunga, saboterai la relazione per il semplice fatto che dentro di te pensi che lui/lei ti lascerà comunque.

La fine di ogni tua relazione ti consente di dire a te stesso “Visto, mi ha lasciato. Non merito di essere amato”. Quando perdi qualcuno che ami in questo modo, allontanandolo, il senso di rimorso ti assale e ti fa sentire frustrato e arrabbiato con te stesso.

3) Alzi le barriere

Se i tuoi genitori hanno avuto un divorzio doloroso, si sono traditi, oppure tu stesso hai vissuto esperienze sentimentali deludenti, ti riesce difficile fidarti del tuo partner o della persona che stai frequentando.

Non ti godi il rapporto e solitamente sei tu a troncare la relazione, per paura che le cose si facciano serie e che il tuo partner, prima o poi, abbandoni te.

Nella tua testa sei convinto che se non abbassi la guardia, non verrai tradito (o lasciato). Hai paura di essere vulnerabile ed eviti di aprirti completamente ad una persona.

Spesso, non solo non riveli i sentimenti che provi, ma non ti dai nemmeno il permesso di provare certe emozioni.

Sei estremamente spaventato dalla possibilità di essere ferito e questo ti porta a non lasciare entrare nessuno nella tua vita.

4) Conquistare (e tenere) qualcuno è una lotta continua

La mancanza di stima in te stesso ti porta a pensare che niente ti riesca facile nella vita. E anche in amore, potresti sentirti in dovere di tirare fuori le unghie e lottare con tutte le tue forze per attrarre il tuo partner e poi tenertelo.

Questa situazione ti rende ossessivo, consumato e infatuato dell’oggetto del tuo desiderio. La tua relazione si trasforma così in una lotta continua.

Inoltre, se il rapporto non si sviluppa velocemente, o non segue i tuoi tempi e i tuoi desideri, è difficile per te tollerarlo.

In una situazione in cui tu insisti per avere quello che vuoi e metti pressione alla relazione e al tuo partner, finirai per spaventare e far scappare la tua persona.

5) Sei talmente abituato al senso di incertezza che ricerchi questa sensazione anche nel tuo rapporto

Dato che sei abituato a vivere situazioni che ledono la tua autostima – l’abbandono, il tradimento, relazioni tossiche, ecc. – graviti intorno ai rapporti in cui con alte probabilità finirai per provare nuovamente questo senso di insicurezza.

Se l’insicurezza manca nel rapporto, tendi a crearla tu. Infatti, quando la relazione diventa troppo stabile, c’è troppa certezza, potresti perdere l’interesse o sentirti annoiato.

Provi causare un punto di rottura nella relazione, ad esempio scatenando un litigio dal nulla o reagendo in maniera esagerata a qualcosa, in modo poi da lottare per ritornare allo stato di pace; questo gioco ti aiuta a vivere una situazione di insicurezza.

Una situazione alla quale tu sei abituato, qualcosa che è diventato nel corso del tempo la tua zona di comfort.

Sei così abituato a dover faticare per salvare una relazione governata dall’incertezza che, inconsciamente, attrai solo questo tipo di relazioni.

Questo accade senza che tu te ne renda conto. È nel tuo inconscio.

6) Il tuo motto è “piuttosto che soli… meglio male accompagnati”

La tua bassa autostima ti porta a scegliere come tuo partner la prima persona che mostra interesse nei tuoi confronti, e non qualcuno che in realtà desideri e da cui sei attratto.

Ti accontenti.

Diventi sempre meno selettivo quando si tratta di scegliere con chi trascorrere il tuo tempo.

In certi casi la bassa autostima può portarti ad accettare diversi comportamenti irrispettosi da parte del tuo partner, perchè preferisci stare con lui/lei piuttosto che rimanere solo.

Dentro di te è più forte il sollievo di aver trovato una persona che ti sia accanto, anche se questa non ti rende felice.

La bassa autostima ti impedisce di fissare degli standard adeguati per trovare la persona giusta per te.

Gli standard sono estremamente importanti in una relazione: se non sai cosa vuoi nel tuo rapporto (e cosa non vuoi), non riuscirai mai a trovare una persona che soddisferà le tue esigenze.

Riguardo a questo, ti rimando alla mia guida sull’importanza degli standard per trovare la persona giusta e come fissarli, clicca → qui.

7) L’intimità ti spaventa

Se crescendo non hai provato il desiderio di avere intimità e contatto fisico con una persona, queste esperienze potranno risultarti scomode quando ti troverai a doverle vivere con il tuo partner.

Potresti avere paura mano a mano che la relazione si fa più seria, perché per te il contatto fisico è taboo.

La tua insicurezza potrebbe essere causata dal fatto che, magari, non hai un buon rapporto con il tuo corpo e quindi non sei a tuo agio con il fatto di mostrarlo a qualcun altro.

Questo ti porta a fuggire dalle situazioni che implicano il contatto fisico, e ti fa allontanare anche a livello emotivo dalla persona con cui stai.

8) Il tuo partner è sotto attacco

Può essere difficile per te credere che puoi avere una relazione autentica e che il tuo partner sia una persona genuina.

La tua bassa autostima ti porta a mettere sempre in discussione ogni azione della tua persona e criticarla.

La conseguenza di questo atteggiamento è che, ad un certo punto, il tuo partner potrebbe cominciare a mentirti o a nasconderti le cose per evitare di discutere con te.

Mi spiego meglio. Se il tuo partner viene messo alle strette da te senza aver fatto niente di male, comincerà a pensare “tanto vale che commetta il crimine, almeno se vengo ripreso questa volta un motivo ci sarà”.

Il suo atteggiamento non farà altro che confermare i tuoi dubbi e le tue paure riguardo alla relazione, creando così un circolo vizioso.

Questi comportamenti sono tra i più frequenti, e magari aver letto la lista ed esserti riconosciuto in qualcuno di questi può aiutarti a capire che cosa sta succedendo e perché ogni tua relazione o frequentazione non va nella direzione che desideri.

La tua bassa autostima distorce la realtà

Il tuo scarso livello di autostima, quindi, influenza la tua soddisfazione personale nella coppia e anche quella del tuo partner.

Quando non ti senti bene con te stesso, le tue insicurezze ti portano a comportarti in un certo modo nei confronti della persona che ti sta accanto.

Secondo uno studio condotto dal Journal of Personality and Social Psychology, la bassa autostima e l’insicurezza alterano la percezione che si ha della realtà e del proprio partner.

Nello studio, i ricercatori hanno chiesto a più di 500 uomini e donne di completare un questionario sulla sicurezza in se stessi; gli è stato inoltre chiesto quanto si sentissero minacciati e impauriti dai difetti del proprio partner.

Coloro che risultavano avere una bassa autostima, non solo si sentivano più spaventati dai difetti del loro partner, ma erano anche più inclini a vedere la relazione come una cosa bianca o nera. Ovvero, a vedere sempre o tutto perfetto o tutto sbagliato. Senza via di mezzo.

Una prospettiva della relazione totalmente polarizzata (verso il bene o verso il male) rende il rapporto molto difficile, non solo per te ma anche per il tuo partner.

Il tuo modo di valutare la relazione prima in modo positivo e poco dopo in modo del tutto negativo, darà il via a un rapporto simile alle montagne russe e renderà il tuo partner confuso e insicuro.

Oltre che ad incidere sulla percezione che hai del tuo partner, una scarsa autostima ti rende una persona molto ansiosa nella coppia.

Sarai sempre ossessionato dal pensiero di essere lasciato, tradito, abbandonato a te stesso, e immaginerai situazioni e scenari terribili che in realtà non hanno ragione di essere.

Ora, dopo aver constatato quanto sia deleteria per la relazione la tua bassa autostima, proviamo a vedere in che modo puoi aumentarla, sentirti meglio e vivere rapporti sani e felici.

Una volta che avrai preso la sicurezza giusta per capire che basti a te stesso e che meriti amore, potrai cominciare a costruire delle relazioni sincere.

Cosa fare per aumentare la tua autostima?

Per stare bene con gli altri e creare relazioni felici e appaganti è imperativo che tu abbia, prima di tutto, una buona relazione con te stesso, che tu stia bene con te. Così cresce la tua autostima.

Come fai a fare questo?

Per migliorare il tuo rapporto con te stesso devi cominciare a prenderti cura di te, all’interno e all’esterno.

Prenderti cura di te a livello esteriore vuol dire ritagliarti il tempo per curare il tuo corpo.

Magari, parte della tua insicurezza è causata da un cattivo rapporto con il tuo corpo.

Se ti senti fuori forma ci sono solo due cose da fare: esercizio fisico e mangiare adeguatamente.

Rispettare un programma di esercizio fisico non solo ti aiuta a migliorare il tuo corpo ma ti fa sentire anche estremamente gratificato.

Fare esercizio fisico non è divertente per tutti e il beneficio maggiore arriva nel come ti senti dopo e soprattutto nel sapere di aver rispettato il tuo programma di allenamento. Ti poni un obiettivo quotidiano e ti senti gratificato nel raggiungerlo.

Questo aumenta la tua autostima e migliora il tuo rapporto con il tuo corpo!

Quindi, primo step: prenditi cura di te a livello fisico.

Dopodiché, oltre al benessere fisico devi pensare anche a quello interiore.

Quindi, secondo step: prenditi cura della tua mente e del tuo spirito.

Potrebbe accadere che, nonostante tu abbia provato in vari modi ad aumentare la fiducia in te stesso, hai ottenuto scarsi risultati.

Magari hai lavorato sul tuo corpo, raggiunto buoni obiettivi a livello professionale, hai stretto nuovi rapporti interpersonali e hai migliorato i vecchi, ma non hai riscontrato un vero e proprio miglioramento della tua autostima.

Infatti, hai le stesse insicurezze che ti tormentano da mesi, anni o da tutta la vita.

Arrivare al cuore della vera stima di sé è un processo emotivo, non un processo logico. Per questo, richiede tempo.

È una cosa che diventa sempre più facile con il tempo, ma la verità è che l’autostima va continuamente esercitata, anche quando ti sembra di essere diventati molto più sicuro di te. Sviluppare l’autostima un lavoro che non finisce mai.

Perché non è un percorso logico?

Prova a pensare di dire a un fumatore accanito, mentre sta per accendersi l’ennesima sigaretta, una cosa tipo: “Hey, guarda che morirai se continui così”.

La logica vorrebbe che la persona smettesse immediatamente di fumare. È questo quello che succede? No. Magari fosse così facile.

Per portare qualcuno a reagire, a modificare la sua percezione di qualcosa bisogna lavorare sulle sue emozioni e sulle sue convinzioni. In modo da sradicare determinati suoi pensieri e sostituirli con altri più produttivi o positivi.

Allo stesso modo, migliorare la tua autostima significa modificare l’immagine che tu hai di te stesso, cambiare la consapevolezza che hai di te.

E per fare ciò è necessario un pò di tempo e un continuo esercizio.

Nella logica, razionalmente, puoi pensare che sei abbastanza, e anche di più. Ma dentro di te, non importa quanti risultati ottieni nella vita, non importa quanto impegno investi per essere esteticamente più bello, non importa quanto una persona ti dica che ti ama e che ti desidera, questo non risolve il problema.

Esercizio per aumentare la tua autostima

Aumentare la tua autostima richiederà tempo e un allenamento costante. Puoi cominciare con questo primo semplice esercizio.

L’esercizio si compone di due parti , si tratta di due piccole azioni da svolgere quotidianamente che ti sembreranno banali, ma in realtà hanno un impatto enorme sul migliorare la tua autostima:

  1. Essere più gentile e indulgente con te stesso.
    Ovvero, smettere di criticarti per ogni minimo errore, ogni parola detta male, ogni cosa in cui fallisci. Anche e soprattutto nelle piccole azioni di tutti i giorni, se puoi riconoscerti il merito di aver fatto qualcosa di nuovo, diverso, migliore, fallo! Che sia aver fatto la spesa se non hai mai voglia di farla, aver accelerato un lavoro che solitamente ti richiede molto tempo; riconosci a te stesso il merito di aver fatto anche solo una minima cosa positiva.
  2. Invertire il loop dei pensieri negativi su di te.
    La chiave per dare una spinta alla tua autostima è modificare i pensieri e i giudizi negativi che provi verso te stesso. Devi identificare i momenti in cui pensi cose come “non sarò mai attraente”, “non riuscirò mai a fare questa cosa”, “nessuno mi amerà mai”, e fermarli. Parlare a se stessi è un’arma molto potente, le tue parole possono distruggerti e allo stesso modo possono farti avere la sicurezza che ti serve per raggiungere i tuoi obiettivi nella vita e in amore. Se ripeti a te stesso frasi negative finirai per crederci e tutta la tua vita sarà condizionata dal modo in cui tu percepisci te stesso e la realtà intorno a te.

Pensieri come “sono frustrato e non concluderò mai niente” sono estremamente dannosi per te stesso.

Se li trasformi in qualcosa come “ok, sono frustrato, domani andrà meglio” o semplicemente “passerà”, il pensiero diventa la chiave per sentirti meglio e per aumentare la fiducia in te stesso.

Stravolgi un tuo pensiero negativo indirizzando il tuo malessere verso qualcosa di più produttivo. Sii più gentile con te stesso e soprattutto con le cose che pensi su di te.

Se cominci ad essere più indulgente, a poco a poco riesci anche ad accettarti di più, ad accettare quelli che identifichi come i tuoi difetti o gli aspetti del tuo carattere più difficili, l’accettazione si trasforma poi in amore per te stesso.

Quando ti ritrovi a pensare che non meriti amore, che verrai abbandonato, che non troverai mai la persona giusta per te, che nessuno ti troverà mai attraente, cerca di fermarti un secondo e di dire a te stesso che tutte queste frasi sono false.

Il passo successivo sarà invertire la frequenza dei tuoi pensieri su qualcosa di positivo.

Aumentare la propria autostima non avviene dal giorno alla notte e come ti dicevo richiede un esercizio costante.

Per aiutarti ad aumentare la tua autostima e migliorare la tua vita sentimentale puoi leggere questo articolo, dove ho raccolto altre strategie efficaci che puoi mettere in pratica.

Non è facile come a dirsi, e come per tutte le cose serve un costante allenamento.

La cosa positiva è che avere stima in se stessi è un’abilità che può essere sviluppata e migliorata.

Ovvio che c’è qualcuno che nasce più avvantaggiato di altri, ma è anche vero che più tu eserciti questa abilità più riuscirai ad avere una buona autostima e a portare questa nelle tue relazioni sentimentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button